La carriera di Benedetta a New York tra moda e PR

A soli 27 anni nella capitale mondiale della comunicazione, per guidare l’ufficio stampa di un’agenzia globale di pubbliche relazioni del fashion.

“In realtà è da 5 anni che lavoro a New York – racconta Benedetta Amadi – ma è da meno di un mese che sono a capo, nella sede nella Grande Mela, dell’ufficio stampa di Karla Otto, l’agenzia di Pr di moda”. Amadi può già vantare una buona esperienza: prima di Karla Otto ha lavorato in altre tre società, quasi sempre all’estero. “Ho cominciato nel 2003 con uno stage di sei mesi nell’ufficio stampa di Burberry a Londra, che alla fine si è tradotto in un’assunzione nella sede di Milano. Contemporaneamente, però, ho continuato e concluso gli studi in scienze delle comunicazioni», Studi che, dopo il liceo classico, sono proseguiti alla European School of Economics e hanno compreso anche sei mesi all’Esmod, la scuola di moda di Parigi, oltre che lo stage a Londra.

Poi, nel 2004, si è realizzato il grande sogno: assunzione alla griffe delle calzature Giuseppe Zanotti Design e trasferimento nel suo ufficio stampa di New York”. Così, oltre a dirigere l’ufficio stampa americano, comincia anche a coordinare la produzione delle campagne pubblicitarie internazionali che partono dagli USA. Dopo quattro anni nuovo cambio di lavoro: Benedetta diventa PR Director di “Juju the PR”. Una collaborazione che dura sei mesi, fino al recentissimo approdo a Karla Otto. “Lo stile di lavoro a New York è molto organizzato ed efficiente, anche se con ritmi spesso incalzanti. Ma le persone qui sono molto aperte, disposte ad aiutarti appena possono».

Enzo Riboni, Corriere della Sera

carriera nella moda